La misurazione della strategia, elemento pragmatico e semplice, è facilmente rilevabile se il piano strategico ha correttamente individuato i KPI delle performance e gli elementi base di raggiungimento degli obiettivi.

Non si tratta solamente di misurare attraverso indici o livelli di efficacia il risultato di una strategia, ma anche di ricomporre i risultati all’interno dell’azienda.

Non esiste un reparto aziendale che non sia compreso in una revisione strategica.

Gli strumenti digitali e la profonda innovazione tecnologica in atto rendono possibile rilevare tutti questi dati, rendendoli disponibili periodicamente e regolarmente in una forma di monitoraggio che anticipa in maniera congrua il successo o gli eventuali scostamenti sugli obiettivi oggetto della strategia stessa. 

La misurazione degli elementi di strategia non può riferirsi solo agli elementi caratteristici di un piano strategico, ad esempio: 

    • Piano di riorganizzazione  
    • Piano di revisione dei processi  
    • Budgeting 
    • Piano strategico di marketing  
    • Piano di controllo finanziario quantitativo qualitativo  

Quando parliamo di strategia nella sua concezione più classica, la riferiamo abitualmente ad un fattore che governa l’operatività delle aziende, ne definisce cioè la direzione e l’ambito nel medio e lungo periodo. 

Tuttavia, questa concezione, oggi, appare quanto mai limitante. Questo perché dobbiamo fare i conti con un fattore nuovo, la digitalizzazione, che porta con sé un elemento destabilizzante: la velocità di cambiamento. La nascita di una start-up innovativa o di un nuovo competitor sul mercato, una dirompente innovazione di prodotto, un mutato interesse degli investitori verso soggetti più innovativi, una incapacità della struttura aziendale di adeguarsi rapidamente, non sono più accadimenti che richiedono anni per realizzarsi. Sono tutti elementi che possono cambiare e sconvolgere la nostra strategia da un momento all’altro.  

La trasformazione digitale ha fortemente influenzato il modo di fare strategia introducendo un nuovo approccio, necessariamente molto più agile, basato sulla continua innovazione, orientato alla crescita e sostenuto dall’analisi dei dati e delle informazioni. 

La strategia assume un significato diverso e più moderno: rappresenta un set di pensiero e idee, innovazione, team working, data e azioni in grado di rispondere continuamente alla necessità di cambiamento. Oggi, la strategia non può più essere decisa e poi calata, va continuamente guidata e verificata in base ai risultati ottenuti. 

In altri termini, la strategia oggi deve essere il frutto di un lavoro condiviso tra Direzione e team operativi, i quali dovranno costantemente monitorare i risultati ottenuti nel breve periodo e verificare il raggiungimento o meno di KPI prefissati e condivisi. Questo consentirà di attuare azioni correttive o sostitutive immediate, per cambiare rapidamente direzione ma soprattutto per evitare il verificarsi dello “Strategy gap” (scollamento tra pensiero strategico e azioni reali) che in passato ha spesso determinato il fallimento della strategia. 

Pronto a raccontarci il tuo progetto?

Voglio essere contattato dal vostro team.

    Scopri di più