11 Gennaio 2022

Bando Isi 2021: da febbraio al via le domande

Con la pubblicazione dell’avviso pubblico del 16 dicembre 2021, è stato ufficializzato il nuovo bando Isi per il 2021.

L’Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Lo stanziamento complessivo destinato daII’INAIL al finanziamento del bando a sportello per l’anno 2021 è pari a € 273.700.000,00 suddiviso tra le varie aree di finanziamento.

DESTINATARI DEI FINANZIAMENTI

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche agli enti del terzo settore limitatamente all’Asse 2 di finanziamento.

Asse 1
Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla CCIAA, ad esclusione di:
– micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli e 
– micro e piccole imprese, anche individuali, che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici Ateco 2007 E38, E39.

Asse 2
Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla CCIAA, e gli enti del terzo settore.  
Sono escluse:
– le micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli e
– le micro e piccole imprese, anche individuali, che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici Ateco 2007 E38, E39.

Asse 3
Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla CCIAA.

Asse 4
Destinatarie del finanziamento sono esclusivamente le micro e piccole imprese comprese quelle individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla CCIAA, che svolgono attività classificate con i seguenti codici Ateco 2007 E38, E39.

Asse 5
Destinatarie del finanziamento sono esclusivamente le micro e piccole imprese agricole, anche individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale, iscritte nella sezione speciale (Imprenditori agricoli, Coltivatori diretti, Imprese agricole) del Registro delle Imprese o aII’Albo delle società cooperative di Iavoro agricolo, della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’articolo 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo, qualificate come:
 – Impresa individuale;
– Società agricola;
– Società cooperativa.

Le imprese destinatarie del sub Asse giovani agricoltori devono inoltre avere al Ioro interno la presenza di giovani agricoltori come di seguito indicato:
– in caso di impresa individuale: il titolare deve possedere la qualifica di imprenditore agricolo ed un’età non superiore ai quarant’anni alla data di chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande;
– in caso di società semplici, in nome collettivo e cooperative: almeno i due terzi dei soci devono possedere la qualifica di imprenditore agricolo e un’età non superiore ai quarant’anni alla data di chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande. Per le società in accomandita semplice la qualifica di imprenditore agricolo e un’età non superiore ai quarant’anni può essere posseduta anche dal solo socio accomandatario; in caso di due o più soci accomandatari si applica il criterio dei due terzi di cui al primo periodo;
– in caso di società di capitali: i conferimenti dei giovani agricoltori con qualifica di imprenditore agricolo ed età non superiore ai quarant’anni alla data di chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande devono costituire oltre il 50 per cento del capitale sociale e gli organi di amministrazione della società devono essere costituiti in maggioranza da giovani agricoltori con qualifica di imprenditore agricolo ed età non superiore ai quarant’anni alla data di chiusura della procedura informatica per la compilazione delle domande.

Le imprese e gli enti del terzo settore partecipanti devono essere già costituite ed iscritte negli appositi registri alla data di pubblicazione deII’Avviso Isi 2021.

I soggetti destinatari dei finanziamenti di cui agli Assi 1, 2, 3, 4 non dovranno aver ottenuto un provvedimento di concessione del finanziamento per uno degli Avvisi Isi, 2017, 2018, 2020; è fatta salva la possibilità di partecipazione ove il provvedimento di concessione sia concernente progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
I soggetti destinatari dei finanziamenti di cui aII’Asse 5 non dovranno aver ottenuto un provvedimento di concessione del finanziamento per uno degli Avvisi Isi 2017, 2018, 2019/2020 entrambi con riferimento aII’Asse di finanziamento dedicato all’agricoltura.
Tutti i soggetti destinatari, escluse le micro e piccole imprese operanti nella produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, non devono aver ottenuto altri finanziamenti pubblici sul progetto oggetto della domanda ad esclusione dei benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

1) Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
2) Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
3) Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
4) Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
5) Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5

Le domande possono riguardare una sola delle precedenti tipologie di progetto e gli interventi devono essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di Iavoro, nel rispetto delle vigenti disposizioni di Iegge.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti:
Le risorse finanziarie destinate dall’Inail, ai progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
Di tale ripartizione è data evidenza nell’allegato “Isi 2021 – risorse economiche” che costituisce parte integrante degli Avvisi pubblici regionali/provinciali pubblicati.

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’iva, come di seguito riportato.

Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, fermo restando i seguenti limiti:
a) Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro né superiore a 130.000,00 euro.
Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2);

b) Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000,00 euro né superiore a 50.000,00 euro.

c) Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del:
– 40% per la generalità delle imprese agricole (sub Asse 5.1)
– 50% per giovani agricoltori (sub Asse 5.2)
e per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 1.000,00 euro né superiore a 60.000,00 euro.
Per questa tipologia di progetti, così come previsto dal legislatore, è contemplata la possibilità del noleggio con patto d’acquisto di trattori e/o macchine agricole e forestali.

Secondo le norme comunitarie, i finanziamenti di cui agli Assi 1, 2, 3 e 4 sono erogati in regime “de minimis” nel rispetto dei regolamenti (UE) 1407/2013, 1408/2013, come modificato dal Regolamento (UE) 2019/316 e 717/2014, come modificato dal Regolamento (UE) 2020/2008.
Per l’Asse 5 i finanziamenti sono erogati nel rispetto del regolamento (UE) 702/2014, come modificato dai Regolamenti (UE) 2019/289 e 2020/2008.

MODALITÀ E TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Sul portale Inail – nella sezione Accedi ai Servizi Online – le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro, attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali.

La domanda compilata e registrata, esclusivamente, in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico, secondo quanto riportato nel documento “Regole Tecniche e modalità di svolgimento”.

Le domande ammesse agli elenchi cronologici dovranno essere confermate, a pena di decadenza dal beneficio, attraverso l’apposita funzione on line di upload/caricamento della documentazione, come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata alle scadenze dell’Avviso Isi 2021, dal 26 febbraio 2022.

Dal 26 febbraio 2022 al 7 marzo 2022 ​ 
– Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda
– Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
– Download codici identificativi
– Regole tecniche per l’inoltro della domanda online e date dell’apertura dello sportello informatico

Per una analisi di fattibilità o informazioni su come usufruire di tali agevolazioni, sugli obblighi documentali previsti, le tempistiche e altri approfondimenti, scrivi all’indirizzo f.galasso@oriens.consulting

A cura di

Partner Consultant - Finanza agevolata

Profilo autore

    Vuoi approfondire il tema dell'articolo?

    Parliamone insieme!



    Leggi anche

    40 milioni per investimenti imprenditoria femminile 01.

    Sabato 2 ottobre, il MISE ha comunicato che il Ministro…

    $

    Digitalizzare, Internazionalizzazione dei mercati

    Registrazione webinar – Nuovi strumenti per la transizione digitale e l’internazionalizzazione 02.

    Come l’imprenditore può essere supportato nella transizione digitale e nello sviluppo nei mercati stranieri? Rivedi la registrazione del webinar “Nuovi strumenti per la transizione digitale e l’internazionalizzazione”

    $

    Data e Analytics, Organizzazione amministrativa e commerciale, Pianificazione e controllo

    Registrazione webinar – Portafoglio aziendale sotto controllo 03.

    Rivedi il webinar “Portafoglio aziendale sotto controllo” e scopri come fornire all’Imprenditore una visione immediata e personalizzata della situazione finanziaria aziendale.

    $

    Pronto a raccontarci il tuo progetto?

    Voglio essere contattato dal vostro team.

      Scopri di più