1 Marzo 2024

IMPRENDITORIA GIOVANILE VENETA: fino al 30% di contributo a fondo perduto per gli investimenti

Il Bando del 12.02.2024 ha l’obiettivo di promuovere e sostenere le piccole e medie imprese (PMI) giovanili nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi quale fattore determinante dello sviluppo economico e sociale del Veneto.

I progetti ammissibili devono risultare a supporto dell’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e di progetti di rinnovo e ampliamento dell’attività esistente. 

Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale pari a euro 2.000.000,00 (duemilioni/00) con la possibile assegnazione di risorse aggiuntive in caso di ulteriore futura disponibilità finanziaria.

Gli interventi previsti dal presente Bando devono essere realizzati nel territorio della Regione del Veneto.

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI) dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi che rientrano in una delle seguenti tipologie:
i) imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni;
ii) società e cooperative i cui soci siano per almeno il sessanta per cento persone di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni.

Tali requisiti devono sussistere alla data del 2 febbraio 2024.

L’impresa al momento della presentazione della domanda, a pena di inammissibilità, deve possedere i seguenti requisiti:

  • essere regolarmente iscritta al Registro delle Imprese istituito presso la Camera di Commercio competente per territorio alla data del 2 febbraio 2024
  • esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007-2022 primario e/o secondario nei settori indicati nell’Allegato B del bando del 12.02.2024; 
  • avere l’unità operativa in cui realizza l’intervento in Veneto (come da visura camerale). Sarà finanziato l’investimento realizzato in una sola unità operativa sul territorio della Regione Veneto. Qualora all’atto della presentazione della domanda il richiedente non abbia questo requisito l’apertura della stessa deve avvenire entro il termine perentorio del 16 dicembre 2024, pena la decadenza dal contributo concesso, con conseguente revoca totale dello stesso. L’apertura dell’unità deve essere comunicata e documentata al momento della presentazione della rendicontazione finale degli interventi agevolati;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedure concorsuali in corso o aperte nei suoi confronti antecedentemente la data di presentazione della domanda (ad accezione del concordato preventivo con continuità aziendale);
  • essere in possesso dei requisiti di onorabilità di cui all’art.1 della leggere giornale 11 maggio 2018, n. 16.

Un’impresa può partecipare al presente Bando con una sola domanda di finanziamento.

INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i progetti di:

  • supporto all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e
  • progetti di rinnovo e ampliamento dell’attività esistente.

Il progetto ammesso dev’essere concluso ed operativo entro il termine perentorio del 16 dicembre 2024 e comunque entro la data di presentazione della domanda di saldo, se precedente.

Sono ammissibili le spese relative a beni materiali, beni immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

a)  macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature;

b)  arredi nuovi di fabbrica;

c)  negozi mobili;

d)  autocarri furgonati a esclusivo uso aziendale;

e)  software, realizzazione di siti web e di e-commerce;

f)  opere murarie e di impiantistica;

g)  spese generali.

 Ai fini dell’ammissibilità le spese devono essere: 

a.1) sostenute esclusivamente dal beneficiario e pertinenti al progetto proposto. Per le società saranno escluse le spese sostenute dai singoli soci e ammissibili esclusivamente quelle riferibili direttamente alla società;

a.2) sostenute e pagate interamente a partire dalla data della domanda e il 16 dicembre, con riferimento alle data di emissione della fattura o di altro documento valido ai fini fiscali e il relativo pagamento;

a.3) strettamente funzionali e necessarie all’attività dell’impresa richiedente il contributo;

a.4) sostenute e pagate interamente entro il 16 dicembre 2024. Non sono consentite proroghe a detto termine;

a.5) riferite a beni e servizi acquistati a condizioni di mercato da terzi;

a.6) inserite in fatture o in altri documenti validi ai fini fiscali che dovranno obbligatoriamente contenere il riferimento al Codice unico di progetto (CUP);

a.7) la descrizione dei beni o servizi oggetto della fattura deve essere analitica, in particolare si dovrà evincere il tipo di bene/servizio acquistato ed il relativo importo.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto ed è concessa:

  • nel limite massimo di euro 51.000,00 (cinquantunomila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari o superiore a euro 170.000,00 (centosettantamila/00);
  • nel limite minimo di euro 6.000,00 (seimila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari a euro 20.000,00 (ventimila/00).

Non sono ammesse le domande in cui l’investimento comporti spese ammissibili per un importo inferiore a euro 20.000,00 (ventimila/00).

Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis” n. 2023/2831 della Commissione del 13 dicembre 2023.

L’agevolazione è subordinata, in particolare, al rispetto dei massimali previsti con agevolazioni che possono avere un importo massimo complessivo di euro 300.000,00 (trecentomila/00) nell’arco di tre anni.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

I contributi di cui al presente Bando sono concessi sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria, secondo quanto stabilito dall’articolo 5, comma 2 del decreto legislativo 31 marzo 1998,n. 123.

La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione Veneto. 

La domanda può essere compilata e presentata a partire dalle ore 10.00 di martedì 5 marzo 2024, fino alle ore 12.00 di martedì 19 marzo 2024.

Per ulteriori informazioni, contattaci o scrivi una e-mail alla Dott.ssa Camilla Tartaria: c.tartaria@oriens.consulting  

Leggi anche

AVAILABLE TODAY: il nuovo format di incontri targati Centro Studi Oriens e SMACT 01.

Appuntamento l’11 giugno per la prima data dal titolo ROBOTICA…

$

Oriens Consulting nella classifica Forbes dei 100 Professionals 2024 02.

Oriens ha avuto l’onore di essere inclusa e pubblicata tra…

$

Transizione 5.0: al via il nuovo credito d’imposta Investimenti e Formazione 03.

Con l’Art. 38 del decreto legge del 2 marzo 2024,…

$

Pronto a raccontarci il tuo progetto?

Voglio essere contattato dal vostro team.

    Scopri di più