23 Novembre 2023

Parità di genere: voucher dal 6 dicembre per consulenze e certificazioni

Sono stati definiti i criteri e le modalità per la concessione di contributi alle PMI per servizi di assistenza tecnica e accompagnamento in forma di voucher e per servizi di certificazione della Parità di Genere UNI/Pdr 125:2022 che saranno disponibili dal 6 dicembre 2023.

L’obiettivo è accompagnare e agevolare le imprese nell’adozione di policy finalizzate a ridurre il divario di genere per contribuire a raggiungere entro il 2026 l’incremento di 5 punti percentuali nella classifica dell’indice sull’uguaglianza di genere che al momento vede l’Italia al 13esimo posto nella classifica dei paesi UE.

Saranno messi a disposizione inizialmente 4 milioni di euro, ma è prevista una dotazione complessiva pari a 10 milioni di euro.

SOGGETTI BENEFICIARI

Le imprese che possono beneficiare dei contributi devono presentare i seguenti requisiti, pena l’inammissibilità della stessa:

  • Essere Micro, Piccole o Medie imprese;
  • Avere in pianta organica almeno un (1) dipendente;
  • Avere sede legale e operativa in Italia;
  • Essere regolarmente costituite, iscritte al Registro delle imprese e attive;
  • Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  • Non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.);
  • Essere  in regola con l’assolvimento degli obblighi contributivi attestati dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);
  • Non avere procedimenti amministrativi in corso connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche;
  • Essere in regola con l’adempimento previsto dall’art. 46 del d. Lgs. 11 aprile 2006, n. 198 e s.m.i. “Rapporto periodico sulla situazione del personale maschile e femminile” (per le sole imprese che occupano più di 50 dipendenti);
  • Aver concluso positivamente il pre-screening (autovalutazione) attraverso l’apposito test gestito dal Soggetto Attuatore e pubblicato sul sito https://certificazioneparitadigenere.unioncamere.gov.it/.

SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E ACCOMPAGNAMENTO

I contributi per i servizi di assistenza tecnica e accompagnamento sono erogati sotto forma di voucher dal Soggetto Attuatore per:

  • tutoraggio;
  • supporto tecnico-gestionale.

Verranno svolti degli incontri tra la singola impresa e l’esperto incaricato dal Soggetto Attuatore secondo le modalità indicate dall’Avviso 28 luglio 2023 per la selezione degli Esperti, pubblicato sul sito https://www.unioncamere.gov.it.

Al fine di ottenere la certificazione della parità di genere e trasferire alle imprese beneficiarie competenze specialistiche e strategiche a tale scopo, si prevedono attività a supporto: 

a) dell’analisi dei processi per individuare i gap esistenti;

b) per la pre-verifica della conformità del Sistema di Gestione adottato dall’impresa alle prescrizioni della prassi della UNI/PdR 125:2022.

Per tali servizi vengono riconosciuti contributi nella misura massima, per ciascuna impresa, di:

  • euro 1.639,34 al netto di IVA per i servizi di cui alla lettera a);
  • euro 409,84 al netto di IVA per i servizi di cui alla lettera b).

SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DELLA PARITÀ DI GENERE

I contributi per i servizi di certificazione della parità di genere sono erogati solo da parte degli Organismi di Certificazione (OdC) iscritti all’Elenco, di cui al citato Avviso 14 febbraio 2023, pubblicato sul sito https://certificazione.pariopportunita.gov.it.

Sono ammissibili i soli servizi per il rilascio della prima certificazione da parte degli OdC iscritti all’“Elenco degli Organismi di Certificazione”, entro i limiti definiti e relativamente alle seguenti voci:

  • esame della domanda;
  • verifica documentale;
  • verifica in sede e osservazione diretta dell’attività dell’organizzazione certificata;
  • rilascio del certificato.

Non sono ammissibili i costi per lo svolgimento di servizi diversi da quanto sopra indicato (es. pre-audit, audit supplementari, sorveglianza annuale e rinnovo).

Per ogni giornata di audit dell’OdC, il Soggetto Attuatore eroga un contributo fino ad un massimo di 1.200,00 euro al netto dell’IVA. L’importo massimo per i servizi agevolati, per singola impresa, è comunque di 10.245,00 euro al netto di IVA, determinato sulla base dei tempi di audit previsti dal documento internazionale IAF MD 05. Eventuali importi che superino tali limiti restano a carico dell’impresa beneficiaria.

L’impresa beneficiaria deve completare il percorso di certificazione entro 12 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione del contributo, pena la decadenza delle agevolazioni concesse.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di contributo potranno essere presentate dalle imprese interessate a decorrere dalle ore 10:00 del 06 dicembre 2023 fino alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, fatte salve eventuali e sopravvenute modifiche legislative e/o regolamentari.

Le domande di contributo devono essere compilate esclusivamente, a pena di inammissibilità, per via telematica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione. 

Ogni impresa può essere beneficiaria delle agevolazioni per ciascuna tipologia di servizi, nei limiti da essi previsti, una sola volta.


Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contattaci o scrivi una e-mail alla Dott.ssa Camilla Tartaria: c.tartaria@oriens.consulting

Leggi anche

AVAILABLE TODAY: il nuovo format di incontri targati Centro Studi Oriens e SMACT 01.

Appuntamento l’11 giugno per la prima data dal titolo ROBOTICA…

$

Oriens Consulting nella classifica Forbes dei 100 Professionals 2024 02.

Oriens ha avuto l’onore di essere inclusa e pubblicata tra…

$

Transizione 5.0: al via il nuovo credito d’imposta Investimenti e Formazione 03.

Con l’Art. 38 del decreto legge del 2 marzo 2024,…

$

Pronto a raccontarci il tuo progetto?

Voglio essere contattato dal vostro team.

    Scopri di più