17 Novembre 2021

Contributi a fondo perduto per transizione digitale, e-commerce, fiere e internazionalizzazione delle PMI

AGGIORNAMENTO

SACE SIMEST: PROROGATO IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AL 31.05.2022

Il Comitato Agevolazioni, con delibera del 25 novembre 2021, ha disposto che il termine per la presentazione delle domande di finanziamento agevolato gestite da SIMEST, inizialmente fissato entro le ore 18 del giorno 3 dicembre 2021, è prorogato al 31 maggio 2022, entro le ore 18, salva eventuale chiusura anticipata di tale operatività del Fondo 394 per esaurimento delle risorse.


ANCORA 450 MILIONI PER LA TRASFORMAZIONE DIGITALE, L’E-COMMERCE, LE FIERE E L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI

SACE SIMEST ha comunicato che vi sono ancora 450 milioni dì euro a disposizione delle PMI per finanziare progetti di Transizione Digitale, e-commerce, fiere e internazionalizzazione.

Inaspettatamente, lo sportello che si è aperto il 28.10.2021 con una dotazione iniziale di 1,2 miliardi dì euro resta ancora aperto fino al 3.12.2021.


PUBBLICATE LE ULTIME NOVITÀ SULLO SPORTELLO DEL 28.10.2021

Novità per il nuovo sportello di ottobre 2021 sui finanziamenti di SACE SIMEST!
Al momento non sono ancora disponibili i dettagli sulle spese ammissibili, la documentazione richiesta e le modalità di presentazione delle domande, ma alcune informazioni sono state pubblicate.

Focus di questo sportello sono strumenti dedicati alle PMI nei processi di internazionalizzazione e di transizione digitale ed ecologica. 

Le agevolazioni sono sempre nella forma di finanziamento a Tasso Agevolato con una quota a Fondo Perduto fino al 25%, nel limite di agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime di Temporary Framework (subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea), e senza necessità di presentare garanzie.

Inoltre, per le PMI con sede operativa, da almeno 6 mesi, in una regione del Sud Italia3 può essere richiesta una quota di co-finanziamento a fondo perduto più elevata, fino a un massimo del 40%, nel limite di agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime di Temporary Framework. Alle PMI del Sud Italia è inoltre riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo 394 (Riserva Sud), ossia 480 milioni di euro.

Si potrà presentare una sola domanda per uno dei seguenti strumenti finanziati con le risorse del PNRR:
1. Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale
2. Partecipazione di PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema
3. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (e-commerce)

Il 28 ottobre alle ore 09.30 si aprirà il Portale operativo per la ricezione delle domande di finanziamento.
Dal 21 ottobre le imprese potrai pre-caricare il modulo di domanda firmato digitalmente.


CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

Era stato anticipato e finalmente è arrivata la notizia ufficiale mediante un comunicato del Comitato delle Agevolazioni: a partire dal 28 ottobre 2021 sarà possibile inviare nuovamente la domanda per l’accesso ai contributi per l’internazionalizzazione.

Dopo il grande successo dell’iniziativa del 17 settembre 2020 e del 3 giugno 2021 che ha visto una significativa richiesta da parte delle imprese italiane tanto da dover bloccare il portale a distante di 24 ore a giugno 2021, riapre lo sportello per richiedere finanziamenti a tasso agevolato e contributo a fondo perduto per progetti di internazionalizzazione UE ed extra UE.

La riapertura dello sportello prevede sia la riattivazione del Fondo 394/81, sia il relativo cofinanziamento a fondo perduto a valere sulla quota di risorse del Fondo per la promozione integrata ma ad oggi non si hanno informazioni in merito alle risorse stanziate, alla percentuale di contributo a fondo perduto prevista e a eventuali cambiamenti sulle sette misure finanziate.

Ad oggi sono 7 le progettualità/tipologie di spesa finanziate con cui viene sostenuto il processo di internazionalizzazione delle aziende italiane, quali:

  • Inserimento Mercati Esteri;
  • Studi di Fattibilità;
  • Partecipare a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema;
  • E-Commerce;
  • Temporary Export Manager;
  • Programmi di Assistenza Tecnica;
  • Patrimonializzazione.

Di seguito un approfondimento sugli strumenti sopra elencati aggiornati allo scorso sportello.


PROGRAMMI DI INSERIMENTO SUI MERCATI UE E EXTRA UE

FINALITÀ DELLA MISURA
Agevolare il lancio e la diffusione di nuovi prodotti e servizi ovvero l’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti.
 
BENEFICIARI
Tutte le imprese, in forma singola o aggregata che devono costituire una “Rete Soggetto” e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.
 
MISURA DEL FINANZIAMENTO
L’importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, da un minimo di 50 mila euro fino a 4 milioni di euro.

In caso di pluralità di domande di finanziamento a valere sulle risorse del Fondo 394/81 e sulla quota delle risorse del Fondo per la Crescita Sostenibile (quando previsto), l’esposizione massima dell’impresa non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci dell’impresa stessa approvati e depositati.
Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di preammortamento.
 
CARATTERISTICHE DELLA MISURA 
– finanziamento a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE;
– possibilità per l’impresa di inserirsi efficacemente sul mercato con una struttura commerciale finanziata;
– possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano;
– incentivo economico rappresentato dal solo rimborso degli interessi nel periodo di realizzazione del programma.
 
INIZIATIVE FINANZIABILI 
I programmi di investimento per la realizzazione di stabili strutture quali un ufficio, show room, negozio, corner o centro di assistenza post vendita, In tutti i Paesi UE ed extra UE.

Ciascuna domanda di finanziamento deve riguardare un programma che deve essere realizzato in un solo Paese di destinazione e due Paesi target per lo sviluppo nella stessa area geografica (Paesi in cui sostenere solo spese per attività promozionali e relativi viaggi del personale che svolge la propria attività in via esclusiva all’estero); fermi restando i suddetti limiti, l’impresa può presentare più domande di finanziamento.
Il programma deve riguardare  Beni e/o servizi prodotti in Italia; o comunque distribuiti con il marchio di imprese italiane.
 
Il programma può essere realizzato :
– tramite gestione diretta (apertura di una filiale da parte dell’impresa richiedente);
– tramite partecipata locale (costituzione di una società locale interamente o parzialmente controllata);
– tramite trader locale (contratto di collaborazione con un distributore locale non partecipato per la messa a disposizione almeno dei locali e del personale).
 
SPESE FINANZIABILI
Le spese ammissibili al finanziamento sono:
– spese di funzionamento della struttura (locali, allestimento, personale ecc.);
– spese per attività promozionali, formazione, consulenze, altre spese promozionali).


Nell’ambito delle spese promozionali, le spese per la partecipazione a fiere/mostre a carattere internazionale, le spese relative ad incoming di buyer in Italia, le spese per il deposito marchi o per altre forme di tutela del made in Italy e le spese per siti Internet, possono essere sostenute in area Ue, purché risultino collegate alla realizzazione del programma presentato.

Nel caso di programmi di imprese già presenti con una propria struttura nel Paese di destinazione, sono ammessi al finanziamento spese:
– di personale aggiuntivo;
– di locazione/acquisto e di personale aggiuntivo riguardanti: una nuova struttura in aggiunta a quella già esistente, ma di diversa tipologia; una nuova struttura in sostituzione di quella già esistente, della stessa tipologia.

Sono invece ammessi per intero i costi di allestimento e gestione delle strutture, i viaggi del personale operante in via esclusiva all’estero e le spese promozionali.
Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 24 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).


STUDI DI FATTIBILITÀ

FINALITÀ DELLA MISURA
Agevolare la realizzazione di studi di prefattibilità e fattibilità collegati ad investimenti italiani in paesi UE ed Extra UE. Lo studio deve riguardare lo stesso settore di attività dell’impresa richiedente o del suo Gruppo di appartenenza.

BENEFICIARI
Tutte le imprese, in forma singola o aggregata che devono costituire una “Rete Soggetto” e che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. 
 
MISURA DEL FINANZIAMENTO
Finanziamento a tasso agevolato delle spese di personale, viaggi e soggiorni per la redazione di studi di fattibilità collegati a investimenti produttivi o commerciali in Paesi UE ed extra UE.

Il finanziamento, che può coprire fino al 100% dell’importo delle spese inserite nella “scheda preventivo”, può essere concesso, nei limiti consentiti dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio), per un importo comunque non superiore a:
– euro 200.000,00 per studi collegati ad investimenti commerciali;
– euro 350.000,00 per studi collegati ad investimenti produttivi;
In ogni caso il finanziamento non può superare il limite del 15% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi.

Durata del finanziamento: 4 anni, di cui 12 mesi di preammortamento.
 
CARATTERISTICHE DELLA MISURA 
– finanziamento a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE;
– possibilità di valutare preliminarmente le opportunità offerte da un mercato;
– possibilità di ottenere una prima erogazione per un importo pari al 50% del finanziamento.
 
SPESE FINANZIABILI
Possono essere oggetto di finanziamento agevolato le spese per:
– viaggi, soggiorni e indennità di trasferta del personale interno adibito all’iniziativa finanziata;
– compensi per il personale esterno documentati da specifico contratto (lettera di incarico/accettazione). Sono escluse le spese per consulenze relative alla predisposizione della domanda e alle fasi successive.

Per il personale interno sono ammesse esclusivamente spese per viaggi, soggiorni e indennità di trasferta; per il personale esterno sono ammesse spese per compensi, viaggi e soggiorni.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST fino a 12 mesi dopo la data della stipula del relativo contratto di finanziamento.


PARTECIPARE A FIERE INTERNAZIONALI, MOSTRE E MISSIONI DI SISTEMA

FINALITÀ DELLA MISURA
Incentivare la partecipazione a fiere/mostre sui mercati UE ed extra UE, Italia compresa.
Ogni domanda di finanziamento può riguardare una singola iniziativa in un unico Paese.
Sono altresì finanziabili le missioni di sistema intese come missioni imprenditoriali promosse da MISE e MAECI, in collaborazione con la Cabina di Regia, organizzate da ICE – Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria. Tali missioni hanno l’obiettivo di promuovere e incrementare la presenza di aziende italiane sui mercati UE extra UE attraverso incontri mirati.

BENEFICIARI 
Tutte le PMI aventi sede legale in Italia, anche costituite in forma di “Rete Soggetto”.

SPESE FINANZIABILI
Le spese ammissibili al finanziamento sono:

– i costi di iscrizione con relativi oneri e diritti fissi obbligatori;
– spese per area espositiva;
– spese logistiche;
– spese promozionali;
– spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra.

La tipologia delle spese da sostenere per la partecipazione a missioni di sistema è ricompresa nel suddetto elenco.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST. Le spese sono ammissibili se direttamente collegate alla fiera/mostra e sostenute nel periodo di realizzazione del programma, che decorre dalla data di presentazione della domanda stessa e termina 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento.

MISURA DEL FINANZIAMENTO
Massimo € 150.000,00 per ciascuna PMI.
Il finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo preventivato e può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio).
In ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 15% del fatturato dell’ultimo esercizio.

La prima erogazione a titolo di anticipo, di importo pari al 50% del finanziamento deliberato, è effettuata entro 30 giorni dalla data di Perfezionamento o dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive (inclusa, ove prevista, la consegna della garanzia).
Tali condizioni dovranno essere soddisfatte, a pena di revoca, entro 3 mesi dalla Data di Perfezionamento.

La seconda erogazione a saldo dell’importo rendicontato è effettuata entro 17 mesi dalla Data di Perfezionamento.

La durata complessiva è di 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento (per soli interessi) e 3 di rimborso del capitale.

Tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.


E-COMMERCE

FINALITÀ DELLA MISURA
Sviluppare il commercio elettronico attraverso una piattaforma informatica realizzata in proprio o tramite soggetti terzi (market place), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

BENEFICIARI
Società di capitali in forma singola o di Rete Soggetto che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi. 
 
SPESE FINANZIABILI
Le spese ammissibili al finanziamento sono:
– le spese relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica;
– le spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica / marketplace;
– le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma.                                                             

Sono finanziabili le spese sostenute dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).
 
MISURA DEL FINANZIAMENTO
Importo minimo: 25.000,00 euro
Importo massimo:
– 300.000,00 euro per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi;
– 450.000,00 euro per la realizzazione di una piattaforma propria.
In ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 15% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi.                                    

Il finanziamento  può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione complessiva verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio).

Il finanziamento prevede una prima erogazione del 50% dell’importo del finanziamento concesso, a seguito della delibera del Comitato Agevolazioni, della firma delle Condizioni Particolari e previa consegna a SIMEST delle garanzie previste.
L’importo a saldo è erogato entro 17 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento, a seguito della rendicontazione di tutte le spese sostenute e a condizione che le stesse superino l’importo già erogato”
La durata complessiva è di 4 anni di cui 1 di preammortamento (per soli interessi) e 3 di rimborso del capitale. 
Tasso di interesse Fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.


TEMPORARY EXPORT MANAGER

FINALITÀ DELLA MISURA
Facilitare la realizzazione di progetti di internazionalizzazione, in massimo 3 Paesi UE ed extra UE, attraverso l’inserimento temporaneo in azienda di un Temporary Export Manager (TEM), attraverso la sottoscrizione di un contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da Società di Servizi, ossia Società di capitali che forniscono servizi professionali di accompagnamento ai processi di nternazionalizzazione di impresa, per il tramite del TEM. 

Requisiti della società di servizi 

– essere attiva e risultare iscritta al Registro delle imprese;
– essere costituita nella forma di società di capitali;
– non essere destinataria di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, Comma 2, del D.Lgs. 231/2001;
– avere nell’oggetto sociale l’attività di consulenza per l’internazionalizzazione delle imprese;
– non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e – non essere sottoposta a procedure concorsuali (quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria).

Requisiti del Contratto di Servizio

– una durata minima almeno pari a 6 mesi;
– i dati che identificano la/le figure professionali individuate (TEM);
– l’oggetto della prestazione professionale;
– il calendario degli interventi da effettuarsi nel periodo di realizzazione del progetto;
– l’indicazione dei Paesi di destinazione extra UE;
– il corrispettivo economico pattuito tra le parti, compresi viaggi e soggiorni;
– altre eventuali informazioni necessarie alla gestione del rapporto.

BENEFICIARI
Società di capitali in forma singola o di Rete Soggetto che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.  

SPESE FINANZIABILI
Le spese ammissibili al finanziamento sono:

– le spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM), risultanti dal Contratto di Servizio, che devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso;
– le spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l’assistenza del TEM.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST, fino a 24 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento (periodo di realizzazione).

MISURA DEL FINANZIAMENTO
In ogni caso, il finanziamento non può superare il limite del 15% dei ricavi medi degli ultimi 2 esercizi con un importo massimo di 150.000 euro e minimo di 25.000 euro.
Il finanziamento  può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio).
Il finanziamento prevede una prima erogazione del 50% dell’importo del finanziamento concesso, a seguito della delibera del Comitato Agevolazioni, della firma delle Condizioni Particolari e previa consegna a SIMEST delle garanzie previste.
L’importo a saldo è erogato entro 29 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento, a seguito della rendicontazione di tutte le spese sostenute e a condizione che le stesse superino l’importo già erogato
La durata complessiva è di 4 anni di cui 2 di preammortamento (per soli interessi) e 2 di rimborso del capitale. 

Tasso di interesse Fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.


PROGRAMMI DI ASSISTENZA TECNICA

FINALITÀ
Agevolare le spese relative alla formazione/addestramento del personale in loco nell’ambito di programmi di assistenza tecnica collegati ad investimenti italiani in Paesi UE ed extra UE.
L’assistenza tecnica deve riguardare un investimento avviato da non più di 6 mesi prima della data di presentazione della domanda di finanziamento.
 
BENEFICIARI
Tutte le imprese italiane aventi sede legale in Italia, in forma singola o rete soggetto.
 
SPESE FINANZIABILI
Le spese ammissibili al finanziamento possono riguardare:

– le retribuzioni a personale interno (a cedolino) comprensive di viaggi e soggiorni, per il tempo effettivamente dedicato al progetto;
– le spese per personale esterno relative a consulenze specialistiche comprensive dei relativi viaggi e soggiorni; le stesse spese devono essere oggetto di apposito contratto.

Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST fino a 12 mesi dopo la data della stipula del relativo contratto di finanziamento.

MISURA DEL FINANZIAMENTO
Il finanziamento può coprire fino al 100% dell’importo delle spese indicate nella “scheda preventivo” e può essere concesso, nei limiti consentiti dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio), per un importo comunque non superiore a € 300.000,00.

É prevista una prima erogazione a titolo di anticipo di importo pari al 50% del finanziamento deliberato è effettuata entro 30 (trenta) giorni dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive (inclusa la consegna della garanzia).
Tali condizioni devono essere soddisfatte, a pena di revoca, entro 3 mesi dalla Data di Perfezionamento.
La seconda erogazione a saldo dell’importo rendicontato, di importo massimo pari al restante 50%, è effettuata a condizione che tale importo superi l’ammontare già erogato e che vengano rispettati i seguenti adempimenti: l’importo a saldo viene richiesto entro 17 mesi dalla stipula ed erogato previa presentazione delle garanzie e dell’idonea documentazione di spesa.
La durata complessiva è di 4 anni, di cui 12 mesi di preammortamento (per soli interessi) e 3 anni di rimborso del capitale.

Tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.


PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE PMI ESPORTATRICI

FINALITÀ
Sostenere la solidità patrimoniale per stimolare la competitività internazionale.

BENEFICIARI
Tutte le PMI aventi sede legale in Italia, che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno.

MISURA DEL FINANZIAMENTO 
L’importo massimo è € 800.000, calcolato nel limite del 40% del patrimonio netto dell’impresa richiedente, nel rispetto della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (50% dei ricavi medi dell’ultimo biennio).

Il tasso di interesse applicato sarà Il 10% del tasso di riferimento UE, vigente alla data della delibera e corrisposto per tutto il periodo di ammortamento in caso di esito positivo della verifica.

Per una analisi di fattibilità o informazioni su come usufruire di tali agevolazioni, sugli obblighi documentali previsti, le tempistiche e altri approfondimenti, scrivi all’indirizzo c.rossetto@oriens.consulting

A cura di

Partner Consultant - Finanza agevolata

Profilo autore

    Vuoi approfondire il tema dell'articolo?

    Parliamone insieme!



    Leggi anche

    Hub Serramenti al MADE expo 2021 01.

    Hub Serramenti di Oriens sale sul palco del MADE Expo…

    $

    40 milioni per investimenti imprenditoria femminile 02.

    Sabato 2 ottobre, il MISE ha comunicato che il Ministro…

    $

    Digitalizzare, Internazionalizzazione dei mercati

    Registrazione webinar – Nuovi strumenti per la transizione digitale e l’internazionalizzazione 03.

    Come l’imprenditore può essere supportato nella transizione digitale e nello sviluppo nei mercati stranieri? Rivedi la registrazione del webinar “Nuovi strumenti per la transizione digitale e l’internazionalizzazione”

    $

    Pronto a raccontarci il tuo progetto?

    Voglio essere contattato dal vostro team.

      Scopri di più