Skip to content
Consulenza

Digitalizzazione

La Digitalizzazione secondo Oriens

La digitalizzazione è un passaggio ormai inevitabile per le aziende di qualunque settore.

Alla base della digitalizzazione, però, ci deve sempre essere una profonda conoscenza delle logiche aziendali e una visione del suo futuro dal punto di vista dell’innovazione e della crescita: soltanto comprendendo le peculiarità di ciascuna realtà, sarà possibile affrontare un processo vincente di trasformazione digitale.

Come si possono ottenere risultati?

Tutti questi elementi oggetto di analisi vengono successivamente riletti in termini di struttura dei costi e flussi di ricavi, evidenziando la capacità del modello di produrre valore.
Su questi presupposti si innescano, quindi, le ipotesi di intervento sul modello di business e le conseguenti valutazioni economico finanziarie derivanti dalla proposta di scenario rappresentata dai nuovi modelli ipotizzati.

Piattaforme gestionali e organizzative expand_more

Le piattaforme tecnologiche, quali sistemi ERP o CRM, si sono estremamente evoluti, tanto da essere oggi in grado di gestire interamente l’operatività aziendale, sia da un punto di vista interno, che nelle relazioni che l’azienda intrattiene con l’esterno. Questi strumenti sono quindi abilitanti e fondamentali per a competitività delle aziende, quindi devono essere idonee al relativo business e strutturate al fine di migliorare i flussi di lavoro e le comunicazioni interne, ma anche con partner, clienti, fornitori, collaboratori e soggetti terzi.

Digital Experience Platform (DXP) 

Identificare la piattaforma tecnologica corretta permette a ciascuna azienda di migliorare le proprie performance operative e relazionali e di gestire dati e informazioni in modo corretto, oltre che in tempo reale. Le DXP sono quindi una sorta di nucleo digitale intelligente, che permette di porre in relazione tutti gli interlocutori, interni ed esterni all’azienda stessa.

Quali sono le aree funzionali di una piattaforma DXP moderna ed evoluta?

  • CRM e vendite (sia offline che online);
  • Ciclo attivo e passivo;
  • MPR, PLM, Qualità e manutenzioni;
  • Marketing, data, analytics e BI;
  • Risorse umane e formazione;
  • Digital presence;
  • Customer service;
  • Contabilità e controllo di gestione.

Quali sono le capacità richieste per attuare un percorso di formazione digitale?

  • Affrontare nuove sfide;
  • Evolvere gli approcci tradizionali;
  • Creare nuove business unit;
  • Capire e gestire dai e analytics;
  • Informarsi, evolvere e crescere velocemente;
  • Avere un approccio orizzontale, abbandonando la visione verticale;
  • Sapersi relazionare e lavorare in team;
  • Proporre nuovi percorsi e processi di crescita.
Produzione e Industry 4.0 expand_more

Che cosa vuol dire “fare” Industry 4.0 e da dove si parte?

Il cuore della questione risiede nella funzione di pianificazione, intesa come controllo della produzione. Realizzabile attraverso:

  • Sistemi di pianificazione visuale (digital e non);
  • Sistemi di monitoraggio real time degli avanzamenti e delle performance produttive (OEE);
  • Consuntivazione digitale e analisi della redditività di lotto/commessa.

Questo è possibile soltanto attraverso la digitalizzazione della fabbrica, con:

  • Macchinari 4.0 integrati digitalmente con l’ufficio in input e output;
  • Robot per supportare il lavoro delle persone;
  • Strumenti digitali (come smartphone, tablet, pc) per gli operatori per ricevere (disegni, istruzioni o altro) e restituire informazioni;
  • Cruscotti di controllo (Business Intelligence) a disposizione di operatori e responsabili per analizzare le informazioni generate dai punti precedenti;
  • Intelligenza Artificiale applicata.

Attenzione però: l’unica Industria 4.0 che funziona davvero è quella che pone al centro le persone, con la loro formazione e il loro coinvolgimento in tutti I processi che, seppur automatizzati e digitali, richiedono sempre più competenze aggiornate a capacità di adattamento.

Business Intelligence e strategie data-driven expand_more

IA e gli strumenti digitali ci permettono di registrare ed analizzare qualsiasi tipo di dato, trasformando semplici numeri in informazioni reali e aggiornate. Questo ci permette di minimizzare gli errori decisionali e di, eventualmente, cambiare direzione il più velocemente possibile.

Tramite l’integrazione tra tecnologie e sistemi digitali di raccolta dei dati e i sistemi di Business Intelligence, possiamo ottenere diverse tipologie di informazioni, utili a tutte le aree aziendali, facilitando così i processi decisionali.

Parlando di dati e di Business Intelligence è necessario però valutare la presenza in azienda di figure e competenze idonee: qualora non ci fossero, è necessario prevedere un costante affiancamento delle risorse individuate effettuato ad opera di professionisti del settore. Solo così sarà possibile creare nuove competenze in azienda, elemento fondamentale per ottenere e mantenere una data-driven strategy.

Perché integrare la BI e attuare una data-driven strategy?

  • Rende evidenti inefficienze, colli di bottiglia, difficoltà e problematiche nascoste;
  • Identifica nuove informazioni utili;
  • Induce all’accuratezza del dato;
  • Permette analisi in tempo reale.

Steps operativi per l’integrazione di un sistema di BI:

  1. Definizione degli obiettivi e dei KPI da monitorare;
  2. Analisi delle fonti dei dati e degli eventuali gap informativi;
  3. Connessione dei sistemi alle fonti dei dati o creazione di eventuali sistemi di supporto;
  4. Normalizzazione e pulizia dei dati;
  5. Definizione del modello associativo tra le informazioni;
  6. Creazione di cruscotti e maschere sintetiche sulla base dei KPI definiti;
  7. Test, allineamento e finalizzazione del lavoro;
  8. Affiancamento della definizione della data-driven strategy.
Marketing e Sales Automation expand_more

I software di Marketing e Sales Automation sono strumenti per velocizzare I processi e i flussi di lavoro di marketing e vendite, riducendo il lavoro manuale, migliorando l’efficienza operativa e permettendo di ottenere risultati misurabili tramite l’automatizzazione di alcune funzioni.

I principali vantaggi sono:

  • Generazioni di lead intelligente: identifica I potenziali clienti più qualificati e crea in automatico campagne di lead generation mirate;
  • Lead nurturing, ovvero attività che puntano alla creazione di un rapporto con I lead attraverso l’invio di contenuto rilevanti, per accompagnarli verso il funnel di vendita;
  • Automazione delle vendite: automazione delle attività ripetitive, consentendo così al team di concentrarsi su attività ad alto valore aggiunto;
  • Personalizzazione della customer journey: garantisce esperienze personalizzate, basate sul comportamento e sulle preferenze dei clienti, offrendo contenuti e offerte rilevanti;
  • Monitoraggio e analisi avanzati: permette di ottenere informazioni dettagliate sulle prestazioni delle campagne, allocando il budget di marketing sulla base di una strategia data-driven.
I Quaderni di Oriens

Quaderno 02 - Strategie di Evoluzione Digitale

Esperienze e riflessioni su dinamiche e conseguenze della trasformazione digitale nell’impresa.

L’imprenditore e il manager di oggi, per accrescere, mantenere o semplicemente difendere la competitività aziendale, deve saper governare le tecnologie digitali e soprattutto i suoi effetti sull’impresa, disegnando gli assetti organizzativi futuri e guidando la transizione.

Scopri il nostro team

Team

Filtra gli approfondimenti: